Le figure euclidee

Si è  partiti dalla storia di Aldo Cambio, lo strano signore che abita in un villino ma che passeggiando sul viale inciampa. Così facendo  da essere un cerchio diventa un quadrato. Purtroppo si ferisce e finisce in ospedale dove digiuna e si ritrova un rettangolo. Finisce per essere curato dalla sua mamma, ingrassa, diventa un triangolo e vive felice e contento.

I bambini sono stati impegnati nel memorizzare la filastrocca, nel mimarla e nel rappresentare Aldo Cambio graficamente. Le schede strutturate presentano un doppio livello: l’immagine già stampata per un facile riconoscimento e una parte nella quale il bambino deve rappresentare graficamente. In questo modo, i bambini colorano ma soprattutto si cimentano nell’osservazione e nel disegno. Le figure euclidee sono state presentate singolarmente per diversi giorni e, alla fine, sono state somministrate un paio di schede strutturate di verifica (con tutte e 4 le figure) nelle quali i bambini devono collegare le “figure gemelle”.

Le figure euclidee Le figure euclidee Le figure euclidee Le figure euclidee

Rispondi