La frase va in scena!

La valenza del verbo.

Scopriamo la valenza del verbo!

Con questa attività ho guidato le mie classi alla scoperta dei meccanismi che permettono di individuare le frasi complesse, semplici e minime.

Già nell’anno scolastico precedente avevamo dedotto, da vari “esperimenti grammaticali”, il concetto di frase e la nomenclatura dei sintagmi fondamentali: il SOGGETTO e il PREDICATO.
Quest’anno abbiamo fatto dei giochi linguistici per “mettere in scena la frase”.

Dopo aver fatto degli esercizi per riconoscere la differenza tra frasi semplici e complesse, ho organizzato il lavoro successivo, con giochi di tipo linguistico, per arrivare a capire il significato di frase minima, fortemente legato al concetto di VALENZA del verbo.
Uno di questi giochi è stato quello di preparare delle frasi, scritte in foglietti e suddivise in sintagmi; sono poi stati distribuiti i sintagmi, uno per ciascun alunno. Quindi venivano chiamati dei sintagmi a caso e, quando i bambini cercavano di mettere in azione la frase, si accorgevano che, in assenza del predicato, la frase non funzionava. Si è quindi dedotto che il predicato è l’elemento indispensabile e centrale della comunicazione.

Poi, abbiamo fatto un altro gioco in cui veniva chiamato il predicato: tutti gli elementi che erano necessari per fare una scena con quel predicato, potevano presentarsi, per entrare in gioco e realizzare una “foto” una “rappresentazione” del messaggio che la frase comunicava (abbiamo persino usato il CIAK si gira, da regista).
In questo modo è stato possibile riflettere sul fatto che è il predicato che determina, richiede uno o più sintagmi: tutti quelli che gli occorrono per dare vita ad un quadro, un’azione.

Abbiamo quindi fatto vari giochi e foto di scene con frasi con solo il sintagma del predicato (verbi a VALENZA ZERO), il soggetto e il predicato (verbi a VALENZA 1), il soggetto, il predicato e l’oggetto (verbi a VALENZA 2) ecc…

Alla fine i bambini, a gruppetti, hanno scelto le frasi da mettere in scena e, quando erano pronti, facevamo “CIAK SI GIRA”  e le rappresentavano. Venivano anche fotografati, così hanno potuto vedere in foto la scena e quanti elementi la costituivano.
In un’attività successiva, con le foto delle scene, sono stati realizzati dei cartelloni per esporre le regole scoperte insieme.

Lascia un commento