Esperimenti: il fuoco

Attraverso schede didattiche appositamente preparate dall’insegnante, i piccoli sono stati condotti a rielaborare le esperienze vissute in aula e a rappresentarle graficamente. L’esperienza diretta, le occasioni colte dalla quotidianità (un compleanno festeggiato in aula con una candelina da spegnere) ha permesso ai piccoli di comprendere quali materiali “bruciano” e quali no. I bambini hanno utilizzato i cinque sensi per comprendere le caratteristiche dell’elemento fuoco. Le insegnanti hanno anche dialogato con i piccoli sulle situazioni di pericolo ad esso legato ed ai meccanismi di difesa e sicurezza da adottare. I bambini sono stati coinvolti nelle diverse esperienze, hanno cercato il materiale e portato a scuola giornali e rametti. Attraverso schede didattiche preparate appositamente hanno rielaborato ogni esperienza e al termine delle attività sanno riconoscere e descrivere il fenomeno della combustione, distinguendo i materiali infiammabili e quelli no. Il percorso ha permesso alle insegnanti di verificare gli atteggiamenti dei piccoli messi in campo in occasione di pericolo. Hanno constatato così che spesso la vivacità in certi contesti non sempre corrisponde ad una partecipazione attiva in caso di pericolo. Al termine e per rielaborare l’esperienza, si è scelto di somministrare ai piccoli alcuni episodi del noto personaggio “Sam il pompiere”. Il personaggio, molto gradito ai piccoli, ha permesso loro di confrontarsi in situazioni simili e valutare le differenza con la realtà come il colore del vestito e dei mezzi di soccorso. Al termine si è scelto, attraverso attività di role playing, di far simulare ai piccoli situazioni di pericolo alimentate dal fuoco, facendo “recitare” a turno il ruolo di pompiere e assistiti. In questo modo i piccoli hanno potuto comprendere quali possono essere le azioni pericolose come buttare un fiammifero in un parco o toccare i fornelli della cucina.

Si allegano schede pronte per essere fotocopiate:

schedatorta

schedeimmagini

schedafuoco1

Lascia un commento