Ascolta il risultato dell’operazione

Mi piace insegnare e far apprendere giocando . Sicuramente sono oberata da mille incombenze, ma un po’ di fantasia e di inventiva mi aiuta nel mio lavoro quotidiano; credo molto alle tecnologie informatiche perchè sono un aiuto veloce ed efficace per rendere l’apprendimento dei contenuti meno noiosi e più efficaci. Utilizzo svariati software didattici e mi piace sperimentare tantissimo… provo… scopro … creo… cancello… rifaccio…
La modalità del gioco didattico è vissuta molto bene e quindi anche questa ulteriore sfida tecno-didattica è accolta con entusiasmo.

Creo cruciverba alla fine di un’unità didattica inserendo definizioni che riprendono tutto ciò che abbiamo trattato. Allora viene fuori il cruciverba dedicato alla classe, ai nonni che ci aiutano nei laboratori, alle ricorrenze. Quando li propongo alle classi danno dei risultati decisamente significativi. I bambini dimostrano di apprezzare i cruciverba, per loro è una sorta di gioco accattivante anche se con obiettivi didattici, quindi finalizzato al raggiungimento di determinati obiettivi.

L’ uso didattico dei cruciverba che creo non lo limito all’aria linguistica come strumento di verifica solo lessicale, ma posso dire che lo creo in relazione a qualsiasi contenuto ed esperienza.

Creo e includo diversi app: cruciverba, puzzle, memory, associazione di coppia interattivi e tanto altro, nelle attività curricolari per la prima presentazione degli argomenti, per potenziare le competenze di letto-scrittura, per consolidare la capacità di scrittura, la padronanza di lessico specifico; non solo per gli alunni DSA e BES, ma per tutti gli alunni.

https://learningapps.org/view5286433

Rispondi